COS’E’ E CHE EFFETTI HA E COSA CONTIENE LA CONVALIDA DI SFRATTO PER MOROSITA’

Set 19 2022

L’ordinanza di convalida di sfratto per morosità è il provvedimento del giudice che definisce il procedimento di convalida di sfratto.

Nell’immagine allegata si può vedere cosa contiene il provvedimento di convalida di sfratto.

L’ordinanza di convalida di sfratto ha l’effetto di dichiarare la risoluzione del contratto e, pertanto, il Giudice nel provvedimento di convalida:

- ordina alla parte intimata (inquilino che non paga) di rilasciare l’immobile locato, libero da persone e cose, in favore della parte intimante (proprietario).

- fissa una data per l’esecuzione (di solito 30 giorni dal giorno dell’udienza di convalida); ciò significa che l’inquilino è legittimato a rimanere nell’immobile fino alla data indicata dal Giudice. Decorsa tale data il proprietario può iniziare la fase esecutiva con l’ufficiale giudiziario finalizzata a far uscire coattivamente l’inquilino moroso, eventualmente anche con l’assistenza della forza pubblica;

- condanna l’inquilino al pagamento delle spese legali e processuali in favore del proprietario che quindi ha diritto di essere rimborsato delle spese legali;

Una volta che lo sfratto è stato convalidato, il proprietario dovrà quindi comunicare la risoluzione del contratto all’Agenzia delle Entrate onde evitare di continuare a pagare le tasse su importi non percepiti. Per ulteriori approfondimenti sulla questione leggi https://inquilinochenonpaga.it/approfondimenti/item/41-se-l%E2%80%99inquilino-non-paga-l%E2%80%99affitto-si-pu%C3%B2%E2%80%99-smettere-di-pagare-le-tasse-sui-canoni-non-percepiti 

Se il proprietario, contestualmente alla convalida di sfratto, ha anche chiesto l’emissione del decreto ingiuntivo per il pagamento dei canoni e delle spese fino al momento del rilascio, il Giudice emetterà, con un separato provvedimento, anche ingiunzione di provvedere al pagamento immediato dei canoni e delle spese fino al momento del rilascio. Il decreto ingiuntivo è provvisoriamente esecutivo, pertanto il proprietario può immediatamente agire per il recupero delle somme mediante un pignoramento, ad esempio, di un quinto dello stipendio.

Se hai un inquino che non paga o un inquilino che non rilascia spontaneamente l’immobile anche se il contratto di locazione è scaduto, contatta il nostro studio al numero 0249524655 o via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per un preventivo gratuito e senza impegno.

 

 

 

 

Letto 874 volte
Vota questo articolo
(1 Vote)

Studio Legale Comelli e Crivellaro

Viale San Michele del Carso 13
20144 Milano

Telefono:
 02 49524655
 02 49524656

Cellulare:
 339 6191446

Per info:
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lo studio si trova in Viale San Michele del Carso 13, raggiungibile con la metropolitana MM1 fermata Conciliazione e con i seguenti mezzi di superficie: 16, 50, 58, 67, 10.

I parcheggi più vicini si trovano in Via Giovanni Cantoni e Via Giovanni Battista Soresina 14